CULTURA

La cultura è la risultante di un complesso di elementi che concorrono alla formazione dell’individuo,
sul piano intellettuale e morale.
 Per questo crediamo che “fare cultura” in senso lato sia il principale obiettivo di “Cavalli in Villa”, valorizzando tutto ciò che 
 ci  circonda, cavallo in testa, come opportunità per conoscere, crescere, migliorare.

ARTE

Conferenza l’artistico destriero dell’ artista Vicentino Saul Costa

Bio:
Saul Costa nasce a Vicenza, frequenta l’indirizzo di Grafica Pubblicitaria e Fotografia all’Istituto d’Arte “Michele Fanoli” di Cittadella e completa la sua formazione artistica nella sezione di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti a Venezia.

 

Notevole il suo curriculum espositivo e numerosi i suoi collezionisti.
Attualmente è docente di Disegno e Storia dell’Arte presso il Liceo “Paolo Lioy” di Vicenza.

La conferenza “L’artistico destriero”, che accompagnerà la mostra delle sue opere, ha per tema il cavallo nella storia dell’arte. Nella prima parte il soggetto verrà trattato dal punto di vista simbolico e iconografico, con particolare riguardo ad autori di rilievo.

Nella seconda parte illustrerò il mio personale lavoro, inerente il tema in oggetto, attraverso la spiegazione delle 4 opere esposte in loco (I cavalli di San Marco, 2016. Olio su compensato, 114 x 114 cm, di cui foto in allegato).

La lectio, che si terrà se possibile Sabato 1 Ottobre nel pomeriggio, avrà durata di circa un’ora e sarà svolta anche con la visione di slide illustrative dei concetti espressi nonché delle opere prese in considerazione.

Se poi ritenete opportuno potrà essere ripetuta la domenica; da concordare nei tempi.
Barbara Candeo, curatrice di alcune delle sue mostre, sintetizza il percorso artistico di Saul Costa attraverso queste parole: “Pregna di tensione spirituale, la profonda ricerca dell’artista si snoda nella sacralità del millenario rapporto dell’uomo con Dio, Essere supremo dal quale egli si sente tragicamente separato e al quale anela a ricongiungersi in un itinerario di pregnante valenza simbolica che comprende l’arcaico tema del sacrificio animale e l’idea dello spazio sacro dove luce ed elementi architettonici elevano a Dio, nonché il motivo del viaggio alla ricerca di luoghi santi che diviene autobiografico cammino interiore nelle imaginaries’ città sospese e ponte tra due mondi nella visione veneziana di “Pietre dell’Anima”.

Parallelamente allo sviluppo tematico, gestualità e uso del colore si modificano nel tempo, stratificandosi e diramandosi in plurisemiche cromie: l’emozionante e icastica tavolozza – dalla stesura densa e sintetica delle origini, alle oniriche atmosfere opalescenti per giungere all’eterea pittura di luce – dimostra come l’universo estetico ed estetizzante possa essere infinitamente variegato e complesso.

L’artista, da sempre, plasma la materia per forgiarla all’idea e, attraverso l’attività concreta della sua arte, trasforma il pensiero in universale linguaggio divenendo, lungo l’itinerario delle tematiche indagate, originale interprete e profetica guida. Suggella la sua Opera una lisca, impronta con cui l’autore firma i propri quadri, simbolo del personale atteggiamento verso il linguaggio pittorico e verso l’esistenza umana di cui egli coglie saggiamente l’essenza.”

Vittorio Sgarbi, patron di “Cavalli in Villa”, presenta “Raffaello. Un Dio mortale.”

Villa Caffo Navarrini ospita nella giornata di Sabato 01 ottobre dalle ore 18.00 il noto critico d’arte che porterà il pubblico all’interno di un excursus storico e artistico delle ville venete e dei tesori che racchiudono, a cui seguirà la presentazione del suo libro “Raffaello. Un Dio Mortale’’.

Seguendo il racconto di Giorgio Vasari, Vittorio Sgarbi compone il suo racconto di Raffaello, dal commovente rapporto con il padre e la madre, al magistero di Pietro Perugino, dagli affreschi delle Stanze Vaticane fino al torbido amore per la Fornarina che destabilizzò la sua calma olimpica. E ogni volta Vittorio Sgarbi percorre la fitta rete di legami con i pittori del suo tempo: l’ammirazione per Leonardo, il rapporto contrastato con Michelangelo, l’amicizia con Bramante.

Il patron di “Cavalli in villa” racconterà le sue ricerche e le scoperte fatte fino a ora a tutti i presenti.

Domenica 2 ottobre

9|12 – 15|18  MOSTRA – Nel centenario della morte di Ottone Brentari dal titolo “storico educatore giornalista soprattutto italiano” c/o salone centrale di Villa Caffo Navarrini – ingresso gratuito

 
 

A cento anni dalla morte, Rossano Veneto rende omaggio al suo illustre concittadino d’adozione, Ottone Brentari: storico, giornalista, insegnante, alpinista e irredentosta, nato a Strigno nell’allora Trentino austriaco nel 1852.

 

La mostra ripercorre le principali tappe della sua vita, i molteplici interessi e le numerose pubblicazioni, grazie anche a documenti e libri conservati presso la Biblioteca di Rossano, la Biblioteca di Bassano del Grappa e la Fondazione Musei Storico del Trentino.

IL profumo delle criniere

All’interno di Villa Caffo Navarrini sarà possibile visitare la mostra fotografica “Il profumo delle Criniere”, sia liberamente sia accompagnati da una vera e propria guida equestre che racconterà non solo gli scatti ma racconterà anche le peculiarità del viaggiare a cavallo quale approccio straordinario, lento emozionante ed ecologico, per scoprire il territorio, la storia e le tradizioni del territorio.

TIME TABLE

Sabato 1 ottobre

14.30 - 18.30 | MOSTRA FOTOGRAFICA
“I Profumi delle Criniere”
visite guidate 14.30 - 15.30 / 17.30 - 18.30 c/o VillaCaffo Navarrini

15.30 - 16.00 | Presentazione razza Cavallo Agricolo Italiano da Tito Pesante Rapido (CAI TPR) di Annalisa Parisi

16.30 - 17.30 |Intervento dell’artista veneto Saul Costa sul tema: “L’artistico Destriero”.

18.00 |Presentazione del libro “RAFFAELLO. UN DIO MORTALE” a cura di Vittorio Sgarbi c/o villa Caffo Navarrini.

domenica 2 ottobre

9.00 - 12.00 / 15.00 - 18.00 | MOSTRA - Nel centenario della morte di Ottone Brentari dal titolo “storico educatore giornalista soprattutto italiano” c/o salone centrale di Villa Caffo Navarrini - ingresso gratuito

14.30 - 18.30 |MOSTRA FOTOGRAFICA
“I Profumi delle Criniere” - visite guidate 14.30-15.30/ 17.30- 18.30 c/o VillaCaffo Navarrini